2016 AG Fotografo dell'anno - Matteo Originale

Matteo Originale, Italia

La fotografia di Matteo Originale parla dell'importanza della giornata. Evidenziando gli sposi che si abbracciano o il riso catturato come se fosse congelato sopra la folla, il lavoro di Originale rivela trame così ricche e dettagli ingranditi. I risultati sono momenti che sentono che non potrebbero mai essere riprodotti. Sono di un certo tempo, un sentimento, una storia che è unica per ogni coppia.

Mentre coglie quei momenti molto singolari nel tempo, le emozioni nel lavoro del fotografo dell'anno dell'Anno (POY) di 2016 Artistic Guild of the Wedding PhotoJournalist Association (POY) arrivano a pieno regime. Scatenati, condivisi e celebrati, i suoi soggetti - sia a fuoco che no - trasmettono una risposta emotiva che riempie ogni inquadratura. Formatosi nei suoi primi anni nella camera oscura, Originale osserva che in post produzione ha sempre cercato emozioni bellissime. Cerca passione e amore in ogni momento che cattura. Ricorda: "Quando ho visto le mie prime foto in camera oscura, ho avuto un susseguirsi di emozioni. Ricordo ancora le sensazioni dell'odore all'interno della stanza e la luce rossa che aveva un'atmosfera unica. Questi momenti sono nel mio cuore e staranno con me per sempre. "

Come molti dei nostri fotografi pluripremiati, Originale ha imparato l'arte da suo padre. Da bambino, era affascinato dalle telecamere sulla scrivania di suo padre. Gli hanno parlato e hanno trasmesso qualcosa; però, al momento non sapeva cosa. Forse era la possibilità di ciò che contenevano, una comprensione intuitiva del suo potenziale. Qualunque cosa fosse, Originale ricorda che quando ha iniziato a scattare all'età di dieci anni, sapeva senza esitazione "era qualcosa di veramente magico".

Con suo padre come mentore, è stato in grado di apprendere insieme l'arte della fotografia e i modi in cui poteva approcciarsi all'arte in modo diverso. Questo punto di vista unico arriva oggi nel suo lavoro. Gli angoli e le prospettive non convenzionali giocano un ruolo importante. Attraverso l'occhio abile di Originale, un punto di vista inaspettato sembra un mezzo naturale e più diretto per arrivare al cuore dell'emozione. Trova la via più breve per portare in primo piano la passione, l'amore e il sentimento del momento.

Alla domanda su come sia in grado di catturare legami emotivi che collegano le generazioni, come nella sua fotografia vincitrice del premio AG | WPJA da Q4 2016, Originale torna al tema della passione. In primo luogo, dice che deve essere commosso dalla scena che sta osservando e quindi deve avvicinarsi come un reporter. Chiaramente, trova quell'equilibrio perfetto in cui è al contempo il momento e lo allontana da esso, osservandolo e alla fine trovando la giusta prospettiva e illuminazione, così come quella frazione di secondo in cui cattura il momento.

Note originali, "[provo] a capire i movimenti dei miei cari". Nel cercare e capire come i suoi soggetti interagiscono l'uno con l'altro attraverso i loro movimenti, trova quel momento in cui la passione raggiunge un crescendo. Sia intenzionalmente che no, non cerca solo le interazioni tra le persone, ma cattura anche il gioco tra gli altri elementi nell'ambientazione. La luce e gli angoli, gli oggetti inanimati e il mondo naturale sembrano prendere vita da soli. È qui che la passione passa attraverso le sue molteplici forme. L'effetto è drammatico e sentito immediatamente, con grande chiarezza dallo spettatore.

In definitiva, ciò che Originale crea durante il suo lavoro sono scene da racconto in cui tutti gli elementi hanno un ruolo. Tutti rappresentano la passione del giorno. Noi, gli ammiratori, siamo travolti dal momento, la bellezza e l'espressione individuale che è la 2016 Photographer of the Year di AG.

- Lauren Ragland / For the Wedding Photojournalist Association