5 Matrimonio fotogiornalistico Miti

Luglio 21, 2019
Il miglior fotogiornalismo di matrimonio - La sposa si gira verso il suo riflesso mentre lancia il bouquet sopra la spalla in questa foto di matrimonio.

Fotografato da: Danilo Muratore, Reggio Calabria, Italia

Con il numero di fotoreporter per matrimoni in costante aumento, la confusione su ciò che faranno e non faranno sembra aumentare ad un ritmo parallelo. Questo articolo ha lo scopo di eliminare le idee sbagliate e gli stereotipi più comuni del fotogiornalismo di matrimonio che circolano sul mercato.

I fotoreporter possono realizzare ritratti creativi il giorno del matrimonio.

Fotografato da: Elena Haralabaki, Attica, Grecia

MYTH 1: I FOTOGRAFICI DEL MATRIMONIO NON POSSONO CREARE BUONI RITRATTI

Forse nel tentativo di proteggere i loro affari, i fotografi di matrimoni tradizionali spesso cercano di spaventare le coppie pensando che non potranno fare ritratti di nozze se decidono di usare un fotoreporter di matrimoni.

Infatti, più è i fotoreporter di matrimoni fanno ritratti o posare scatti se è quello che vogliono i loro clienti.

Come alcuni dei nostri membri del WPJA hanno sottolineato, esiste più di un modo per scattare un ritratto. Mentre i fotoreporter di matrimoni possono specializzarsi in momenti di cattura, sono abbastanza creativi e qualificati da scattare anche ritratti di qualità. Un ritratto di un fotoreporter di matrimoni può corrispondere al loro stile più naturale e artistico, ma è comunque un ritratto e lo stile è davvero l'unica differenza.

Continuando, i membri notano che i loro clienti apprezzano il modo non convenzionale di avvicinarsi ai ritratti, alla ricerca di qualcosa di più unico che impieghi il pensiero immediato. Ai clienti piace avere foto formali con un po 'più di talento e creatività, forse grazie al fotoreporter di matrimoni che trova modi per aggiungere più profondità alla foto o alla ricerca di elementi compositivamente interessanti da utilizzare come sfondo, offrendo in definitiva al loro cliente qualcosa di un po' più interessante di radunando tutti insieme per una posa statica. Ad esempio, alcuni dei nostri vincitori del concorso WPJA hanno affermato di provare a lavorare nei dintorni il più possibile. Se il cliente ha scelto di organizzare un matrimonio all'aperto, il fotoreporter del matrimonio farà del suo meglio per incorporare l'impostazione nei ritratti nel modo più originale possibile.

Alcuni dei nostri membri hanno proposto che questo mito sui ritratti provenga dalle descrizioni tipiche e più semplici che le persone assegnano al fotogiornalismo di matrimonio rispetto alla fotografia di matrimonio tradizionale; l'una è "non posta" mentre l'altra è "posta". Come probabilmente avete indovinato, questa è una semplificazione eccessiva dei ruoli che viene spesso presa alla lettera. In verità, i ritratti sono un'abilità di talentuosi fotoreporter di matrimoni. Alla fine della giornata, l'obiettivo del fotoreporter di nozze è raccontare una storia e i ritratti fanno parte di quella storia.

Anche se gli scatti in posa sembrano contraddire la nozione stessa di fotogiornalismo - e in definitiva non sono il motivo per cui assumi un fotoreporter di matrimoni in primo luogo - quasi tutti sono disposti a scattare foto in posa durante una sessione formale prevista e, se richiesto, soddisfano specifiche richieste.

Alcuni dei nostri membri hanno parlato del loro stile nel trovare e catturare i migliori ritratti, in genere mantenendosi in linea con una sensazione non proposta anche negli scatti in posa. Ad esempio, alcuni dei migliori ritratti potrebbero venire subito dopo aver scattato una foto pianificata, quando i soggetti hanno abbassato la guardia per un momento. O forse qualcosa come un abbraccio spontaneo di gruppo potrebbe sembrare più naturale ed emotivamente veritiero di un ritratto di un gruppo di persone tutte in piedi insieme in linea retta. In effetti, una tecnica per ottenere uno stile più sociale, confortevole e naturale che il fotoreporter di matrimoni potrebbe utilizzare sarebbe quella di allentare l'atmosfera rigida chiedendo al gruppo di abbracciarsi, aiutando tutti a rilassarsi e rivelare la vera gioia che provano nel momento invece di concentrarsi sulla posa.

I fotoreporter di nozze usano il flash a volte in ambienti più scuri, come questa foto dalla pista da ballo della reception.

Fotografato da: Philippe Swiggers, Belgio

MYTH 2: I FOTOGRAFICI DEL MATRIMONIO NON UTILIZZANO FLASH

Il modo più semplice per affrontare questo mito, secondo i nostri premiati membri, è dire che è del tutto falso. Per approfondire, mentre alcuni fotoreporter di matrimoni possono provare a utilizzare la luce naturale quando possibile, a volte l'unica opzione è quella di utilizzare il flash. In effetti, alcuni fotoreporter di matrimoni lo usano in realtà più frequentemente e sono abili nel manipolare il flash, acceso o spento.

In genere il tuo fotoreporter di matrimoni farà tutto il possibile per evitare di interrompere i momenti naturali o rendere la loro presenza eccessivamente ovvia, il che significa che possono provare a evitare di usare il flash quando non è necessario. È difficile usare il flash in un modo che sembra naturale e non causa interferenze, poiché quando le persone notano il flash guarderanno immediatamente nella direzione da cui provengono. Tuttavia, mentre l'uso del flash potrebbe non essere preferito, a volte è necessario, e quindi il tuo fotoreporter di nozze utilizzerà tecniche per ammorbidire la luce il più possibile, come l'uso del flash di rimbalzo.

Un'altra tecnica impiegata dai fotoreporter di nozze è quella di attenuare l'intensità del loro flash controllandolo attraverso le impostazioni. Questo può essere molto efficace nel prevenire che i soggetti siano troppo sensibili alla fotocamera e aiuta anche a produrre immagini con una luce più naturale. Quando questa tecnica verrà eseguita correttamente, la maggior parte delle persone non sarà in grado di discernere l'uso del flash nelle immagini, e forse è lì che ha avuto origine il mito del no-flash!

Il fotogiornalismo di matrimonio è un'immagine nitida, pulita, nitida ... come in questa foto.

Fotografato da: Dominique Shaw, North Yorkshire, Regno Unito

MYTH 3: FOTOJOURNALISTI DI MATRIMONIO FANNO FOTO GRANOSE E BLURRY

Ciò è spesso correlato al mito del flash, dal momento che scattare foto in condizioni di scarsa illuminazione può portare a immagini sgradevoli, sgranate e sfocate, soprattutto se il fotografo non è particolarmente abile nel lavorare una macchina fotografica in tali ambienti. C'è anche un malinteso tra molte persone sul fatto che il fotogiornalismo di matrimonio è definito da immagini solo di luce ambientale e che tutti i suoi praticanti esemplificano quello stile.

Alcuni fotoreporter di matrimonio altamente qualificati vanno occasionalmente immagine dell'otturatore lento per catturare il movimento o atmosfera di una scena mentre si svolge. Fondamentalmente scattano la foto usando una velocità dell'otturatore più bassa che non congela tutto nella fotografia. Tuttavia, la stragrande maggioranza delle foto di matrimoni fotogiornalistici sono pulite e nitide, come illustrato da una navigazione tra le gallerie del concorso del WPJA o quelle dei singoli membri. In poche parole, le immagini sfocate e / o sgranate sono molto probabilmente il prodotto di riprese artistiche intenzionali, specialmente per quanto riguarda i membri del WPJA, non carenze tecniche come sostengono alcuni.

Sfondo pulito in questa foto della sposa che cammina nella sua cerimonia di montagna.

Fotografato da: Shaunte Dittmar, California, Stati Uniti

MYTH 4: LE TUE FOTO STANNO PER GUARDARE IL CLUTTER PERCHÉ I FOTOGOORALISTI DEL MATRIMONIO NON ALTERANO MAI SCENA

Molti i fotoreporter di matrimoni prendono seriamente i matrimoni tanto quanto fanno qualsiasi evento di cronaca—Fare anche il minimo dei cambiamenti nell'ambiente circostante, indipendentemente da quanto possano sembrare insignificanti, è una violazione dell'etica.

È importante riconoscere che i fotoreporter di matrimoni sono abili nel modificare lo sfondo senza spostare nulla. Senza attrezzature ingombranti da aggirare, sono in grado di muoversi rapidamente per la stanza, catturare scene da varie angolazioni, prendere decisioni sullo sfondo in base a ciò che vedono nei loro mirini. Qualcosa di semplice come il passo di un fotografo in una determinata direzione o un cambiamento di elevazione può fare miracoli nel ripulire un primo piano / sfondo distratto.

Poiché i fotoreporter di matrimoni non creano sfondi falsi e non realistici, sono costantemente alla ricerca dello sfondo più piacevole per le loro foto. È un modo diverso di controllare la scena. Come hanno affermato alcuni dei nostri membri, questo equilibrio di controllo è una delle cose più difficili da imparare. Da un lato, devono rinunciare al controllo su ciò che sta accadendo, ma devono comunque controllare l'aspetto dell'immagine finale, il tutto realizzato solo attraverso la propria percezione e il modo in cui scelgono di girare la scena.

I fotoreporter di matrimoni catturano azione ed emozione durante l'evento.

Fotografato da: Isabelle Bazin, Francia

MITO 5: CHIUNQUE PU BE ESSERE UN FOTOGRAFICO DEL MATRIMONIO

Solo perché alcuni fotografi di matrimoni possono tentare di emulare l'approccio documentario dei membri del WPJA, ciò non li rende fotoreporter di matrimoni qualificati per documentare il tuo matrimonio. I nostri membri hanno commentato che il fotogiornalismo di matrimonio va ben oltre il camminare in una stanza e scattare fotografie a caso con la speranza che almeno alcune delle immagini risultanti risultino ben fatte.

Il fotogiornalismo di matrimonio sta applicando abilità professionali e talento raffinato per raccontare la storia di un matrimonio. Alcuni dei nostri vincitori del premio WPJA ritengono di avere una buona idea di come sia iniziato questo mito, affermando che alcuni fotografi tradizionali ritengono che il fotogiornalismo di matrimonio sia solo una moda dirompente. Inoltre, alcune persone potrebbero semplicemente aver riscontrato un brutto fotogiornalismo di matrimonio e quel pugno di fotografi mediocri che si definiscono semplicemente "fotoreporter di matrimonio" hanno messo in scena lavori di scarsa qualità e danno una cattiva impressione della professione. Sfortunatamente, è più facile per le persone semplicemente definirsi fotoreporter, piuttosto che produrre un lavoro efficace.

Un'immagine in bianco e nero di fotogiornalismo di nozze della sposa che fa la sua foto essere presa da un amico

Fotografato da: Xiaoye Sun, Cina

REALTÀ: COMUNICARE E AFFIDARE AI PROPRI OCCHI

Quando si considera un fotoreporter di nozze, è meglio comunicare e fidarsi dei propri occhi, non voci o sentito dire. Chiedi al tuo fotografo WPJA il suo stile. Chiedi di vedere dei campioni. Cerca un fotoreporter di matrimoni in grado di raccontare la storia dall'inizio alla fine, invece di presentare solo una buona foto per ogni matrimonio. I nostri membri affermano che un piccolo gruppo di buone foto può indicare che qualcuno ha delle potenzialità, ma non dimostra che sono in grado di catturare la storia del giorno. Fortunatamente, i membri del WPJA hanno imparato l'arte della narrazione. E questo non è un mito.